Entro quanti giorni deve essere notificata una multa comminata con autovelox ?

Entro quanti giorni deve essere notificata una multa comminata con autovelox ?

Sintetizzando, la multa deve essere notificata entro 90 giorni dall’accertamento.

Il primo comma dell’art. 201 C.d.S. stabilisce, difatti, che in caso di contestazione non immediata della violazione, il verbale debba essere notificato all’effettivo trasgressore entro 90 giorni dall’accertamento, ovvero, in assenza di identificazione del trasgressore,  ad uno dei soggetti indicati nell’art. 196 C.d.S. (proprietario, usufruttuario, acquirente con patto di riservato dominio o l’utilizzatore a titolo di locazione finanziaria del veicolo), quale risulta dai pubblici registri alla data dell’accertamento.

Ma cosa si deve intendere per accertamento ?

Svariate sentenze di Giudici di Pace hanno stabilito che, in tale caso, il giorno per la decorrenza del termine di 90 giorni non può che essere individuato in quello della commessa violazione (in pratica il giorno nel quale il cittadino ha superato il limite di velocità).

Tali pronunzie hanno fatto proprio l’Orientamento del Ministero dell’Interno su quesito avanzato dalla Prefettura di Milano sul tema.

Gli uffici degli organi accertatori tendono spesso, invece, a far coincidere il momento dell’accertamento con il momento effettivo della presa visione dei fotogrammi e dell’associazione dei dati della targa a quelli del titolare con significative (e non corrette) conseguenze pratiche.

0 Comment

Leave a Comment

Your email address will not be published.